martedì 10 giugno 2014

"Storie narrate e narrazioni del sé". Spazio di Consulenza educativa sull'uso della Fiaba come strumento di educazione emozionale

"Storie narrate e narrazioni del sé" vuol essere uno spazio di ascolto e di consulenza sull'uso della fiaba come valido strumento per una corretta alfabetizzazione ed educazione emozionale . Infatti, la capacità di riflettere sui propri stati emotivi, permette alla persona di esprimersi in maniera autentica e di sviluppare empatia sia verso se stesso, sia verso gli altri. Nello specifico, grazie alla fiaba, il bambino impara a riconoscere le proprie emozioni, proprie e degli altri, nonché le esperienze che si strutturano da quelle emozioni (Carubbi, 2009): la fiaba (Bettelheim, 1975), mentre intrattiene il bambino, gli permette di conoscersi, favorisce lo sviluppo della personalità e fornisce esempi di soluzioni alle difficoltà sia nell'immediato, sia nel futuro. Inoltre, come sostiene Marina Zaoli (2002), medico, psicologo e psicoterapeuta, che si occupa da anni di miti e fiabe, soprattutto nel campo della prevenzione del disagio giovanile e delle tossicodipendenze, la fiaba risulta utile in quanto in essa le situazioni sono molto esemplificate ed i personaggi sono chiari, privi di ambivalenze: buoni o cattivi. Ma la fiaba non è utile solo per lo sviluppo del bambino, bensì diventa un ponte relazionale e comunicativo tra genitori e figli, poiché grazie proprio alla narrazione la loro relazione si arricchisce in modo potente, divenendo più forte e più profonda: la fiaba, con la sua magia, fa sì che adulto e bambino possano identificarsi con i personaggi, sia tra loro stessi, passando dalle storie narrate e condivise al recupero, nel caso degli adulti della storia di sé, e, nel caso dei bambini, della scoperta della loro identità in tutte le sfaccettature cognitive ed emozionali. Da qui, nello Spazio possono essere consultate diverse fiabe ( fiabe specifiche sulle emozioni, come la vergogna ad es. il "Re Alce", Fiabe Classiche di Grimm, Perrault, Calvino..) e materiali - gioco, gentilmente concessi dalla Dott.ssa Zaoli. Il Servizio è rivolto ai genitori, anche insieme ai loro bambini, che vogliono avvicinarsi all'uso educativo della fiaba, sia come promozione del benessere e prevenzione dei comportamenti a rischio, sia per quelle situazioni "critiche" di sviluppo del bambino (come ad esempio l'entrata all'asilo, i primi incubi, la nascita dei sentimenti di vergogna).